Senza categoria

Institutional & Study Visit @ Milano: un’altra grande opportunità targata ELSA e SISM!

Postato il

locandina-visite-carcere-MilanoGrazie alla collaborazione con ELSA Milano, SISM ed ELSA Croazia, ELSA Italia è lieta di aprire le iscrizioni per l’Institutional & Study Visit – secondo ciclo di visite nell’ambito del progetto internazionale iniziato l’anno scorso – che si terrà a Milano dal 26 febbraio al 1° marzo 2014: il modo migliore per unire uno scambio culturale, visite a strutture detentive, workshops, ma anche serate e visite culturali!

I posti sono limitati, perciò non perdete tempo e applicate!

Il progetto prevede l’alloggio, gli spostamenti logistici ed altri dettagli vi invitiamo a contattarci; risponderemo a tutte le vostre curiosità in merito.

Scadenza per le iscrizioni: 17 febbraio ore 23:59.

Per informazioni contattateci al seguente indirizzo di posta elettronica: prisonersrights@elsa-italy.org.

Partecipa come Delegato di ELSA Italia al 65° International Council Meeting di ELSA, St. Julians – Malta

Postato il

ICM MaltaELSA Italia comunica che sono aperte le iscrizioni per partecipare come membro della Delegazione italiana al LXV International Council Meeting di ELSA, in programma dal 16 al 23 marzo 2014 a St. Julians – Malta.

Le iscrizioni scadranno il 16 febbraio, ma vista la grande partecipazione prevista è bene cominciare a muoversi per tempo progettando viaggio e prenotando i posti in delegazione.

Partecipando ad una ICM si capisce cosa è realmente ELSA. In tale evento si respira il vero ELSA Spirit, quello di un unico grande Network: vivere, lavorare e divertirsi in un ambiente internazionale, con persone da oltre 40 paesi d’Europa è decisamente un’esperienza senza paragoni che vi auguriamo possiate provare almeno una volta nella vostra vita ELSiana.

Nel corso di quella settimana si svolgeranno i workshops delle 7 aree di ELSA.
Ma l’ICM non è solo workshops e plenarie ma anche Social Programme, Gala Ball, Pre and After Parties, MEDS Parties ed un insieme di grandi sorprese. In più si avrà l’occasione di partecipare all’elezione del International Board 2014/2015.

In questa pagina potrete trovare tutte le notizie sull’evento e gli aggiornamenti che mano a mano verranno pubblicati: http://www.icm-malta.org

Ogni gruppo nazionale ha a disposizione 9 posti in delegazione.
Sette sono destinati ai membri del National Board, mentre gli altri sono assegnati ai membri dei Local Board interessati.
I posti, non coperti dai membri del Direttivo, sono distribuiti da ELSA Italia agli Officers o anche i semplici soci che ne faranno richiesta secondo i criteri stabiliti nel Decision Book e dando precedenza ai Directors di ELSA Italia.

Se ci dovessero essere più richieste dei posti disponibili in delegazione, sarà cura del Direttivo Nazionale attivarsi per ricercare posti liberi presso altre delegazioni. Visto che, però, altri Board ci hanno già contattato da tempo per richiedere a noi questi posti è necessario muoversi al più presto.
Per questo motivo chi è intenzionato a venire con noi a Malta deve inviare una mail all’indirizzo treasurer@elsa-italy.org entro e non oltre domenica 2 Febbraio ore 23:59 CET con le seguenti informazioni:

Nome
Cognome
Data di nascita
Carica ricoperta in ELSA
Precedente carica in ELSA
Conoscenza dell’inglese
Altre conoscenze linguistiche ed informatiche
Date di soggiorno
Motivazione per partecipare all’ICM

Entro il 3 Febbraio sarà comunicata la lista dei selezionati, i quali dovranno versare la loro fee ad ELSA Italia entro il 4 Febbraio per iscriversi all’ICM.

Chi sarà selezionato per entrare nella delegazione di ELSA Italia avrà l’obbligo di seguire i workshop cui sarà assegnato e di partecipare attivamente ai lavori dell’ICM.
A proposito, vi ricordiamo che non è possibile applicare singolarmente all’ICM, ma che ogni application deve necessariamente essere inviata al Tesoriere che comunicherà la lista dei delegati entro la deadline fissata dall’OC.

Vi aspettiamo!!!

National Moot Court Competition di ELSA Italia: prorogati i termini per la partecipazione!

Postato il

LOCANDINA NMCC TARANTO 2014 3-6 AprileELSA Italia ed ELSA Taranto sono liete di comunicarvi che è stata concessa una proroga alle deadlines per la partecipazione alla National Moot Court Competition 2014:, in programma a Taranto dal 3 al 6 aprile 2014.
Più precisamente, sono state concesse:

1) una proroga di 10 giorni per la deadline squadre e la I deadline individuale;

2)una proroga di 3 giorni per l’invio dei chiarimenti al Comitato Scientifico.

Pertanto la TIMELINE risulta ora la seguente:

9 FEBBRAIO: Deadline delle squadre e versamento della fee di squadra

13 FEBBRAIO: I deadline individuale e versamento della fee di soggiorno

18 FEBBRAIO: II deadline individuale e versamento della fee di soggiorno

21 FEBBRAIO: Invio chiarimenti al Comitato Scientifico

3 MARZO: Invio memorie per parte attrice e convenuta

4 APRILE: Inizio della fase dibattimentale

5 APRILE: Finale e proclamazione dei vincitori

Vi ricordiamo che la National Moot Court Competition è una competizione tradizionale, fiore all’occhiello di ELSA Italia, attraverso la quale è possibile realizzare lo scopo Accademico della nostra meravigliosa Associazione: la formazione di giuristi del futuro! Tale simulazione processuale, infatti, offre agli studenti e soci ELSA la possibilità di un confronto pratico con altri studenti di diritto, l’opportunità di conoscere autorevoli personalità del panorama giuridico italiano e quel quid pluris che potrebbe fare la differenza come attività extra-curriculare per arricchire il proprio Curriculum Vitae.

Cosa aspettate??? Per maggiori informazioni cliccate qui!

ELSA Italia e ECLT annunciano la propria Partnership

Postato il

ELSA Italia e ECLT sono orgogliose di presentarvi una nuova partnership riservata a tutti i soci di ELSA Italia.

Cos’è ECLT ?

eclt-logoIl Centro di ricerca interdipartimentale European Centre for Law, Science and New Technologies (ECLT: http://www.unipv-lawtech.eu )  prosegue l’attività dello European Centre for Life Sciences Health and the Courts (ECLSC), che, istituito nel 2004, aveva dato sbocco all’attività avviata negli anni precedenti da Amedeo Santosuosso e Carlo Alberto Redi, in collaborazione con Andrea Belvedere, Sergio Seminara e Silvia Garagna nonché con altri giuristi e scienziati italiani e di altri paesi.

Nel 2008 è poi stata organizzata la prima conferenza in Italia sul tema “Diritto e Neuroscienze” (di cui sono pubblicati gli atti), e cosi anche l’Italia ha cominciato a interrogarsi sulle applicazioni neuroscientifiche in ambito giuridico, sull’ammissibilità della prova neuroscientifica nel processo e sulle grandi questioni del libero arbitrio, della responsabilità e dei confini dell’individuo.

Da qui, si è sviluppata una collaborazione con un gruppo di giuristi e neuroscienziati europei (e non solo) da cui, nel settembre 2010, è nata la European Association for Neuroscience and Law (EANL), attualmente presieduta dal Professor Amedeo Santosuosso, che ha programmi di ricerca nel campo di interazione tra neuroscienze e diritto e che sta lavorando alla creazione di databases di legislazione e giurisprudenza nazionali e multilingue. EANL organizza annualmente, nell’ambito del programma Erasmus LLP, una Winter School che raccoglie a Pavia studenti e docenti da numerosi paesi europei.
Negli anni più recenti il Centro ha esteso la sua attenzione alle più recenti tecnologie tra cui  le Information and Communication Technologies (ICT) e all’impatto che esse hanno a livello giuridico, sociale ed etico.

I riflessi convergenti sulla sfera giuridica di queste tecnologie sono innumerevoli: dalla problematica della privacye delle libertà fondamentali in relazione all’esponenziale utilizzo di ICT e alla costruzione di città intelligenti (smart cities) a quella della percezione e dell’estensione della personalità dell’individuo influenzata dall’uso di dispositivi brain-computer interface (BCI); dalla robotica alle norme per mettere in circolazione prodotti dotati di intelligenza artificiale più o meno avanzata, alla questione della responsabilità per fatto illecito e dell’agency di robot autonomi e cognitivi.

Tra i numerosi progetti di ricerca interdisciplinari in tema di tecnologia, il Centro ECLT ha partecipato nel biennio 2011-2012 al progetto Eurobotics finanziato all’interno del 7° Programma Quadro dell’Unione Europea occupandosi, insieme ad altri esperti provenienti da tutta Europa, della stesura di un documento intitolato “Suggestion for a green paper on legal issues in robotics”.

Per avere maggiori dettagli su questa, ennesima, opportunità contattateci! vpsc@elsa-italy.org.

27 gennaio 2014: Giorno della Memoria in ricordo delle vittime dell’Olocausto

Video Postato il

27 gennaio giorno della memoriaIl Giorno della Memoria è una ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno come giornata in commemorazione delle vittime del nazismo, dell’Olocausto e in onore di coloro che, a rischio della propria vita, hanno protetto i perseguitati. La data viene celebrata da tutti stati membri dell’ONU, in seguito alla risoluzione 60/7 del 1º novembre 2005.

La scelta del giorno intende poi ricordare il 27 gennaio 1945, quando le truppe sovietiche dell’Armata Rossa, nel corso dell’offensiva in direzione di Berlino, arrivarono presso la città polacca di Oświęcim (in tedesco Auschwitz) scoprendo il tristemente famoso campo di concentramento e liberandone i pochi superstiti: la scoperta di Auschwitz e le testimonianze dei sopravvissuti rivelarono compiutamente per la prima volta al mondo l’orrore del genocidio nazista.

La giornata, come sopra citato, è anche finalizzata alla celebrazione ed al ricordo di coloro i quali, a rischio della propria vita, si sono adoperati nella protezione dei perseguitati. A tal fine, nel 1953, a Gerusalemme è stato istituito il  memoriale dello Yad Vashem, conosciuto anche con il nome diMuseo dell’Olocausto, uno spazio dedicato alla memoria che accoglie al suo interno il  “Giardino dei Giusti”, dove vengono onorati i “Giusti tra le nazioni”, ovvero i non ebrei che si sono impegnati a soccorrere gli ebrei perseguitati. Al 22 gennaio 2014 il memoriale dello Yad Vashem annovera tra i Giusti ben 24.811 nomi: tra le nazioni con il maggior numero di insigniti la Polonia (6.394 insigniti), i Paesi Bassi + Indonesia (all’epoca colonia olandese, con 5.269 insigniti), la Francia (3.654 insigniti), l’Ucraina (2.441 insigniti), il Belgio (1.635 insigniti), la Lituania (844 insigniti), l’Ungheria (806 insigniti), la Bielorussia (587 insigniti), la Slovacchia (534 insigniti), l’Italia (563 insigniti) e la Germania (525 insigniti).

Per quanto riguarda l’Italia, a definire le finalità e le celebrazioni del Giorno della Memoria sono gli articoli 1 e 2 della legge n. 211 del 20 luglio 2000: “La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, Giorno della Memoria, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati. In occasione del Giorno della Memoria di cui all’articolo 1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti, in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere.”